Centro Comunale di Raccolta
Regolamento di gestione del centro >>

Per integrare i servizi sul territorio é attivo il Centro Comunale di Raccolta differenziata, un’area presidiata a disposizione di tutti i cittadini, in cui è possibile conferire in modo differenziato i diversi materiali per avviarli al recupero, al riciclo o ad un corretto smaltimento.
Il Centro Comunale di Raccolta non sostituisce la raccolta domiciliare, ma può servire per chi non è riuscito ad esporre il rifiuto nel giorno previsto: all’esterno del Centro sono posizionati dei contenitori di emergenza per consentire all’utenza di conferire direttamente i rifiuti nel caso non avesse potuto servirsi del servizio domiciliare.


Come funziona

I rifiuti vanno portati con mezzi propri e conferiti separati per tipologia. Il servizio è gratuito ed è rivolto alle utenze di Putignano. Il Centro è presidiato da un operatore incaricato dell’accettazione, della gestione e dell’assistenza all’utenza. Alla piena autonomia dell’utenza sono demandate le operazioni di scarico e conferimento del rifiuto negli appositi contenitori.

Ubicazione del centro comunale di raccolta

Ccr ubicato in via Martiri delle foibe

Orari di apertura

Tipologie di rifiuti da portare >>

carta e imballaggi di cartone: scatole e scatoloni (ripiegati per ridurne il volume), cartoncino da confezione, carta bianca uso ufficio, tabulati, ecc.
vetro e lattine: bottiglie e contenitori, damigiane, lastre in vetro, parabrezza auto, lattine contenitori in metallo, contenitori in alluminio, ecc.
legno: pallets, tavoli, mobili o parti di mobili, scarti di legno, ecc.
sfalci e potature da giardino: scarti di giardinaggio, piccoli tronchi (in pezzi non superiori ai 2 m di lunghezza), ecc.
farmaci
abiti e prodotti tessili
rifiuti inerti e sanitari: wc, lavabi e lavandini, calcinacci da piccoli lavori domestici, ecc.
rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione: miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle, ceramiche, ecc. diversi da quelli rivenienti da piccoli lavori domestici
contenitori metallici: barattolli, lattine, alluminio, ferro, taniche, ecc.
ingombranti metallici: scaffalature, reti letto, lavatrici, termosifoni, ecc.
ingombranti misti: materassi, divani, ecc.
imballaggi in plastica e polistirolo: bacinelle e cassette della frutta in plastica, vasi in plastica, nylon, cellophan.
pneumatici (privi di cerchione)
RAEE (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche): grandi elettrodomestici (lavatrici, lavastoviglie, forni da cucina, frigoriferi, congelatori, condizionatori, video, monitor, tv) piccoli elettrodomestici (telefoni cellulari e accessori, stampanti, fax, ferri da stiro, scope elettriche, computer, neon, lampade fluorescenti,) ecc.
RUP (Rifiuti Urbani Pericolosi): oli minerali, oli alimentari, pile esauste, accumulatori e batterie auto/moto, farmaci scaduti e cosmetici, filtri olio motore e carburanti, contenitori T/FC, vuoti o con minimo residuo secco, che riportano i simboli “Tossico, Infiammabile, Irritante e Corrosivo”, acidi, sostanze alcaline, prodotti fotochimici, pesticidi, ecc.
vernici, inchiostri adesivi e resine
cartucce toner esaurite
gas in contenitori a pressione

Ritiro gratuito rifiuti ingombranti >>

L’abbandono dei rifiuti su suolo pubblico provoca il degrado dell’ambiente e delle nostre città ed è sanzionabile per legge. La raccolta di rifiuti ingombranti comprende una casistica molto vasta di oggetti come: mobili dismessi, sedie, poltrone e divani, materassi, reti per letti, biciclette, porte e finestre in metallo, ringhiere, rubinetti, imballaggi per elettrodomestici che non sono in cartone, lastre di vetro intere, specchi, damigiane, grosse taniche, cucine a gas, stufe, etc.
Gli ingombranti in ferro e in legno sono selezionati e destinati al recupero presso le industrie metallurgiche e del legno; le apparecchiature elettroniche sono destinate a impianti di trattamento per ridurne le componenti pericolose, mentre i rifiuti ingombranti non recuperabili sono destinati allo smaltimento in discarica.


Utenze domestiche
Per evitare comportamenti scorretti e per potenziare la raccolta differenziata, questi rifiuti vanno conferiti direttamente presso il Centro Comunale di Raccolta, tuttavia è previsto il servizio gratuito di ritiro a domicilio a cura del gestore del servizio, unicamente in caso di conferimento di rifiuti che pesino più di 10 kg. o che abbiano un lato più lungo di 1 metro lineare. La raccolta domiciliare avviene 1 giorno alla settimana con un sistema a prenotazione mediante chiamata al numero verde attivo 6 giorni su 7. Il conferimento dovrà avvenire a cura dell’utente a piè di porta, su suolo pubblico, non prima delle ore 20.00 della sera precedente al giorno fissato dalla prenotazione. Attraverso il servizio domiciliare l’utenza può conferire un massimo di n°3 pezzi-rifiuti al mese.

Utenze non domestiche
Per le utenze appartenenti a questa categoria è previsto il conferimento di tali rifiuti esclusivamente per mezzo del servizio di ritiro a domicilio, a chiamata e a pagamento, a cura del gestore del servizio. La raccolta domiciliare avviene con un sistema a prenotazione mediante chiamata al numero verde attivo 6 giorni su 7.

Sistema di contabilizzazione quantità di rifiuti conferite >>

Al fine di innescare un sistema virtuoso che consenta all’utenza di acquisire sempre più sensibilizzazione nei riguardi dei temi ambientali e padronanza nelle abitudini di differenziazione della raccolta, e alla Comunità intera di raggiungere gli obiettivi percentuali indicati dalle normative Nazionali e Comunitarie in materia, è stato predisposto un sistema di contabilizzazione informatica dei rifiuti conferiti da ogni singola utenza presso il Centro Comunale di Raccolta. Il sistema consente di rendere commensurabili tra loro tutti i conferimenti delle varie tipologie di rifiuto, per promuovere nel corso del tempo azioni di informazione e incentivazione alla raccolta, garantendo allo stesso tempo una premialità per ciascuna utenza/famiglia che differenzia in maniera corretta. Parte degli incentivi Anci-Conai, Cobat, Conoe riconosciuti al Comune di Putignano in base alle quantità annue di raccolta differenziata conseguita, sarà distribuita alle utenze/famiglie mediante un sistema a premi calcolato sulla base dei Kilogrammi delle varie tipologie di rifiuto che avranno conferito direttamente presso il Centro Comunale di Raccolta.

Come funziona

Ogni utenza (nucleo familiare) acquisisce quindi punti per il proprio comportamento all’atto del conferimento dei rifiuti presso il Centro Comunale di Raccolta. Ad ogni utenza domestica, iscritta a ruolo per il pagamento della TARSU comunale, sarà consegnata una tessera-badge magnetica identificativa. Recandosi presso il Centro Comunale di Raccolta l’utente all’atto del conferimento dei diversi rifiuti solidi urbani dovrà effettuare le operazioni che seguono:
• mostrare all’operatore incaricato che presidia il Centro il proprio documento di identità;
• identificarsi attraverso l’utilizzo del badge inserendolo nell’apposito TOTEM computerizzato;
• selezionare sul video la figura-icona corrispondente alla tipologia di materiale da conferire;
• posizionare la frazione di rifiuto da conferire sulla bilancia elettronica annessa al TOTEM;
• selezionare sul video il comando di conferma per il conferimento;
• (eventualmente conferire altro materiale ripetendo le operazioni di selezione sul video della figura-icona corrispondente e poi di pesatura);
• conferire ogni materiale nell’apposito contenitore;
• selezionare il comando di stampa dello scontrino che certifica l’avvenuta operazione.

Premi e punteggi